Agricolae

News dal web

Impregnante per legno

Quando si ha l’intenzione di iniziare a dipingere un mobile in legno, è importante iniziare nel migliore dei modi. In particolare, con l’operazione di rimozione della precedente vernice presente o d’impurità che si sono depositate nel corso degli anni. Il grasso e lo sporco rallentano il tempo di asciugatura e impediscono una corretta adesione dell’impregnante. Le imperfezioni presenti sul legno, si possono riempire con dello stucco per legno.

In questo modo, si avrà una superficie pulita e liscia, pronta ad accogliere impregnante per legno che abbiamo deciso di utilizzare. Se l’impregnante non si asciuga nel migliore dei modi, creerà delle crepe e delle imperfezioni su tutta la superficie su cui stiamo lavorando.

I nodi nel legno sono la parte più complicata da trattare, perché sono quelli che assorbono meno impregnante.  In caso di molti nodi, è bene passarli con della carta vetrata a grana grossa per aumentare l’assorbimento dell’impregnante.

Se l’impregnante si fissa nel migliore dei modi nel legno, la superficie potrà diventare come nuova dopo poche mani di vernice. Proprio per questo motivo, le fasi di preparazione del legno sono una delle fasi più importanti di questa operazione. Aggiungere dell’olio di lino all’impregnante, può aumentare la percentuale di penetrazione di composto sulla superficie.

La temperatura dell’ambiente

L’umidità e la temperatura della stanza dove si vernicia, sono molto importanti per una corretta asciugatura. Se la stanza è troppo fredda o troppo calda, esiste la possibilità che l’impregnante si asciughi male e crei una serie di crepe e venature. Una temperatura troppo alta, provocherà il distacco di parte della vernice.

Se la temperatura è troppo alta, esiste la possibilità che il legno spurghi della linfa e che rovini il lavoro che si stava per terminare alla perfezione. L’abete, il pino e la quercia sono i legni che soffrono maggiormente gli aumenti e la variazione di temperatura, durante il trattamento di verniciatura.

Come preparare la superficie

Per preparare al meglio la superficie porosa del legno, è bene chiudere tutte le imperfezioni con dello stucco per legno. Una volta che la pasta si sarà asciugata, grazie alla carta vetrata a grana fina si potrà rimuovere la presenza di eventuali imperfezioni o eccessi.

Completata la rimozione di imperfezioni, si può procedere alla pulizia della superficie con un panno umido o imbevuto di olio di lino. Bisogna sempre assicurarsi di rimuovere tutta la polvere presente sulla superficie, per evitare l’insorgere di grumi durante la verniciatura.

Una volta che la superficie di legno è pronta per la verniciatura, si può procedere alla verniciatura con l’impregnante per legno. Se si devono stendere più mani di impregnante, è sempre necessario aspettare la completa asciugatura della mano precedente.

Grey • maggio 24, 2016


Previous Post

Next Post