Agricolae

News dal web

Il seitan: ecco come cucinarlo per non stancarsi mai

SeitanIl seitan è diventato ormai un alimento quasi immancabile in una dieta vegana: di origine completamente vegetale, ha un buon contenuto di proteine ed una percentuale molto bassa di grassi. Per questo motivo si presta bene a prendere il posto della classica bistecca, ma è importante non esagerare e consumarlo solo un paio di volte a settimana.

Ma come si cucina il seitan? Quali ricette possiamo creare con questo alimento, tanto prezioso nella cucina vegana? Il seitan si presta benissimo a svariati tipi di preparazione e in questo articolo li vedremo insieme, in modo da poterlo sfruttare appieno e non essere costretti a mangiarlo sempre allo stesso modo!

Con il seitan di possono realizzare ad esempio degli invitanti medaglioni, passati in padella con un soffritto di cipolla, olio e sale e abbinati ad un contorno di verdure, proprio come se si trattasse di fettine di carne. In alternativa, si possono cucinare delle ottime scaloppine con limone ed olive: è sufficiente impanare le fettine con della farina di ceci, farle saltare in padella con il soffritto e bagnarle con il limone. Una volta evaporato il tutto, aggiungere le olive ed il gioco è fatto!
Un altro modo per preparare il seitan è sicuramente facendolo impanato, con una base di farina di ceci e pan grattato e fritto in poco olio: da leccarsi i baffi!

Il seitan però non si presta solamente ad essere gustato come un semplice secondo: proprio come la carne può essere infatti utilizzato per preparare un delizioso ragù per condire pasta, lasagne e quello che si desidera! Basta tritarlo finemente insieme a carote e cipolla ed il risultato è senza dubbio eccezionale. Una volta tritato si possono anche creare delle gustose polpette e quindi via libera alla fantasia!

Come vedete, il seitan è un alimento che ben si presta a moltissime preparazioni: un must have in ogni cucina vegana che si rispetti!

Grey • gennaio 8, 2015


Previous Post

Next Post